Stufa a pellet, I vantaggi

  • -

Stufa a pellet, I vantaggi

Tags : 

I pro (e i contro) di installare una stufa a pellet

Le stufe a pellet hanno letteralmente invaso il mercato del termoarredo, ma non tutti hanno ancora un’idea chiara del loro funzionamento, e soprattutto di quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi. Cerchiamo di fare un po’ di luce, partendo da che cos’è il pellet: si tratta di un combustibile ricavato dall’essicazione della segatura, che viene poi compattata sotto forma di tanti piccoli cilindri di dimensione variabile. Essi sono a tutti gli effetti biocombustibili, perché derivano da un elemento naturale rigorosamente non trattato (la lignina contenuta nel legno permette di compattare le particelle senza l’aggiunta di additivi).
La stufa a pellet dal punto di vista estetico è simile ad una normale stufa a legna, realizzata con conduttori in acciaio inox o ghisa, rivestita di materiali vari (pietra, metalli, ceramica, vetro) e con un design che negli anni è diventato sempre più affine allo stile contemporaneo. In aggiunta alle stufe si possono installare caldaie che permettono di collegarsi all’impianto di riscaldamento di casa. La combustione crea anidride carbonica e fumi che vengono espulsi grazie ad una ventola per il tiraggio che li espelle tramite la canna fumaria o il collegamento con l’esterno (che può anche combaciare con una parete perimetrale perché essendo un movimento meccanico non necessita del tiraggio verticale). La stufa a pellet
Dunque, quali sono i suoi vantaggi? I vantaggi di una stufa a pellet risiedono principalmente nella comodità d’uso. Essa funziona infatti con accensione automatica e comandata, basterà riempire il serbatoio di pellet e premere un pulsante. Il pellet si acquista in sacchi e in base alla sua qualità può variare la resa in termini di calore e velocità di combustione, ma in linea di massima una ricarica di serbatoio basta per un paio di giorni se la stufa rimane accesa durante le ore diurne e qualche ora la sera. Rispetto alla legna il pellet è un materiale comodissimo da utilizzare, inoltre è perfettamente essiccato, non richiede accensioni complicate, e una volta partito il fuoco non c’è bisogno di controllarlo o riattizzarlo. La manutenzione di queste stufe non è particolarmente complessa, perché non si formano cenere o braci (i pochi residui che rimangono vanno aspirati una volta alla settimana circa). La stufa a pellet  tttt
Veniamo quindi agli svantaggi. La stufa a pellet costa mediamente di più di una classica a legna, e il pellet è un materiale che occorre acquistare – e anche in questo caso il costo non è basso. Funziona come un elettrodomestico, ovvero tramite corrente elettrica, ed è quindi soggetta a consumi oltre che dipendente dall’impianto. Il suo combustibile crea dipendenza, ovvero è l’unico che si può utilizzare e occorre per forza acquistarlo. Inoltre le stufe a pellet producono un leggero rumore, un ronzio costante, e se installate in una stanza di dimensioni limitate seccano molto l’aria: è importante dotarle di un piccolo serbatoio per l’acqua o semplicemente mettere un recipiente con acqua sopra di esse.

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUTITO


Starclima Shop

houzz

Ristrutturazione e design di interni

La Formika • Coupon Lodi


Contatta Starclima al numero 342 177 70 03